UREPA - Centro di Formazione Medica
CENTRO DI FORMAZIONE MEDICA AUTORIZZATO AMERICAN HEART ASSOCIATION
SUPPORTO WHATSAPP +39 3516278066
SEGUICI
Top

Con il primo soccorso puoi salvare una vita!

Il primo soccorso è l’insieme di tutte quelle manovre e procedure che bisogna mettere in atto quando ci si trova dinnanzi ad una persona infortunata. Si tratta di una serie di pratiche da attuare con un paziente che si trova in gravi difficoltà a causa di un soffocamento in atto o di una reazione allergica. Alcune tecniche permettono di intervenire anche quando una persona ha avuto un attacco di cuore o altre serie problematiche di salute.

Le tecniche di primo soccorso ci consentono prima di tutto di capire in quali condizioni fisiche sia il paziente e poi che tipo di intervento dobbiamo effettuare nell’immediato. In alcune eventualità possono anche permettere di salvargli la vita. A volte bastano davvero pochi secondi e poche mosse giuste per fare la differenza e consentire alla persona vittima di un problema di poter sopravvivere.

Cosa fare nell’immediato?

Quando ci si deve occupare del primo soccorso, per prima cosa è indispensabile controllare rapidamente l’ambiente dove ci si trova. È opportuno assicurarsi che non ci siano pericoli imminenti né per la vittima né per noi che stiamo prestando aiuto. Nel caso in cui ci siano fiamme vicine, fumi tossici, edifici pericolanti, cavi liberi o altro, si dovrà evitare di mettersi in pericolo in prima persona.

Se avvicinarsi alla vittima comportasse un elevato rischio fisico anche per noi, si dovranno chiamare subito i soccorsi che invieranno sul posto del personale altamente qualificato. I professionisti incaricati sono preparati per gestire le situazioni più pericolose.

Se invece la zona è tranquilla, sarà possibile avvicinarsi alla vittima per offrirle il primo soccorso. A quel punto si potrà controllare se la persona respira e se ha battito. Successivamente si dovrà valutare lo stato emotivo e cercare di rassicurare il soggetto, se cosciente. Chiaramente si dovranno chiamare subito i soccorsi.

Primo soccorso: la valutazione del grado di coscienza

Per determinare il grado di coscienza della persona a terra, è opportuno provare prima a chiamarla per vedere se reagisce. Se non dà alcun segno di aver ascoltato la nostra voce, sarà necessario controllare nell’immediato che stia respirando. Si potrà controllare se il torace si solleva e si abbassa e poi, avvicinandosi al volto, se espira ed inspira.

Se non respira si dovrà controllare che ci sia ancora il battito del cuore, tastando la carotide. Inoltre si dovranno necessariamente effettuare le insufflazioni di aria con la respirazione bocca a bocca. Se oltre a non respirare non ha battito, sarà doveroso prepararsi ad eseguire un primo soccorso più elaborato, ovvero una rianimazione cardio-polmonare. Quest’ultima prevede l’esecuzione del massaggio cardiaco abbinato alla respirazione artificiale oppure alla ventilazione bocca a bocca come accennato prima.

Il massaggio cardiaco e la respirazione bocca a bocca

Se la vittima non ha traumi alla schiena, si potrà procedere. Ci si dovrà prima assicurare che la testa ed il collo siano ben allineati, per poi sistemare la persona in modo tale da metterla a pancia in su. Successivamente si dovranno eseguire 30 compressioni toraciche, seguite da 2 insufflazioni di aria. Queste ultime si dovranno effettuare dopo aver aperto bene le vie respiratorie della persona, spingendo leggermente la sua fronte verso il basso e aprendo la mandibola.

Per effettuare il massaggio cardiaco durante il primo soccorso va ben calibrata la propria forza: si dovrà spingere ma anche evitare di arrecare seri danni alle costole. Si dovrà mettere una mano sopra l’altra e premere con il palmo della mano sul torace della persona da soccorrere. Sarà opportuno comprimere per 5 centimetri verso il basso ad una velocità di circa 100 spinte al minuto.

Dopo aver effettuato le 30 compressioni, si dovranno effettuare le 2 insufflazioni e ricontrollare i segni vitali. Se la persona ancora non si riprende, sarà opportuno ripetere il processo fino all’arrivo dei soccorsi.

La formazione per il primo soccorso

Per riuscire ad effettuare correttamente il primo soccorso e, soprattutto, le pratiche di rianimazione cardio-polmonare è opportuno seguire corsi appositi. U.R.E.P.A. propone numerosi percorsi di formazione ottimi per chi vuole imparare ad effettuare le manovre salvavita che consentono di preservare le funzioni vitali di base. Potete trovare maggiori informazioni sui nostri corsi per operatore BLS e BLSD direttamente sul nostro sito web. Potrete inoltre chattare con il nostro staff in tempo reale oppure contattarci tramite l’apposito form.